Breve storia del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena
Il Consorzio ha come scopo principale quello di svolgere attività in favore delle Contrade
Il Consorzio favorisce, implementa e produce direttamente: eventi, progetti editoriali, iniziative sociali e per l'artigianato di qualità oltre a vide...
I ricavi dell’attività del Consorzio sono impegnati esclusivamente a favore del mondo contradaiolo
Il Consorzio per la Tutela Palio di Siena detiene il copyright di tutto quanto riguarda la divulgazione di immagini relative alle Contrade e al Palio
La parola palio deriva dal latino “pallium” ...
Almeno da un secolo a questa parte è andato formandosi una sorta di canzoniere popolare ...

CAPODANNO SENESE

capsen

L’idea di celebrare l’antico Capodanno Senese, festeggiato a Siena fino a circa la metà del 1700 il 25 marzo giorno dell’Annunciazione, prese campo all’interno del Magistrato delle Contrade fra la fine del 2012 e l‘inizio del 2013.


Erano anni difficili per la nostra Città. Istituzioni radicate nella storia e nella vita cittadine come il Monte dei Paschi e l’Università degli Studi iniziarono a vacillare e una crisi amministrativa portò al commissariamento del Comune.
In questo contesto il Magistrato avvertì l’esigenza di proporre ai cittadini senesi una riflessione sui valori e sui miti fondanti della nostra storia civica.
La fertile e fervida mente di Paolo Neri, allora Priore della Nobile Contrada del Nicchio, aveva già attivato questa ricorrenza ad uso della propria Contrada; il Magistrato volle proporla, con i dovuti cambiamenti, a tutta la Città.
Fu quindi deciso di effettuare nella data del 25 marzo una Lectio Magistralis tenuta da oratori che sapessero interpretare quella commistione di simboli, miti, riti, valori civici e religiosi sui quali la Repubblica senese, il Comune e successivamente le Contrade hanno fondato la loro esistenza e che contribuiscono anche oggi a mantenerne la vitalità.
Il tema di fondo venne definito “Dialoghi fra Terra e Cielo”. Nelle intenzioni del Magistrato delle Contrade, partendo da questa traccia gli oratori con la loro esposizione avrebbero potuto aiutare i cittadini senesi, ai quali la Lectio era rivolta, a ritrovare se stessi tracciando le linee di una nuova etica, aiutandoci a recuperare un’identità smarrita nel marasma di ciò che stava accadendo attorno a noi.
Per il suo svolgimento fu scelto un luogo fortemente evocativo, la sala del Mappamondo con la Maestà di Simone Martini sullo sfondo e le dure parole di monito rivolte ai governanti di Siena scritte alla base dell’affresco.
Anche questa scelta ribadiva la volontà del Magistrato di risvegliare da un attonito torpore tutti coloro che si riconoscevano nella nostra città e ne apprezzavano la marcata identità.
Fu stabilito di alternare ogni anno un oratore religioso ad uno civico proprio per offrire visioni diverse di temi comuni e alla giornata fu conferita quella ritualità che arricchisce sempre tutto ciò che riguarda le Contrade, in questo caso l’offerta del cero da parte del Magistrato alla Santissima Annunziata e la presenza degli alfieri e del tamburino durante la Lectio Magistralis.
La complessa organizzazione si mise in moto grazie ad un’attivazione entusiastica di molte componenti: il Comune tramite i suoi dirigenti, la Curia arcivescovile, la Prefettura, le Contrade con gli economati, le televisioni locali, il Magistrato delle Contrade con i suoi collaboratori.
Come evento collaterale venne realizzata, all’interno del vecchio ospedale, una mostra di quelle stesse reliquie che venivano esposte quando il capodanno veniva anticamente celebrato.
Ormai sono trascorsi otto anni e anche se gli ambiziosi obbiettivi ipotizzati all’inizio non sono stati pienamente realizzati, alla luce di una esperienza se pur breve si possono fare un paio di considerazioni.
La prima è che il sistema Contrada e la cultura che esso ha generato nella nostra realtà nel corso dei secoli è motivo di grande interesse per filosofi, teologi, antropologi, uomini e donne di cultura. Le Contrade, spesso inconsapevolmente, hanno questo enorme potenziale attrattivo e possono attivarlo in piena autonomia.
La seconda è che l’impronta della nostra città, della sua arte, nella formazione culturale degli oratori è spesso marcata e questo, quando avviene, rende più efficace la loro esposizione quale che sia l’argomento in oggetto.
Il Magistrato delle Contrade intende pertanto continuare a far vivere questa ricorrenza presentandola non come una semplice rievocazione storica ma come una lettura degli accadimenti attuali alla luce della nostra forte identità di senesi e di contradaioli e del bello che essa nei secoli ha prodotto, con la speranza di dare un contributo positivo alle sorti della nostra città.

la Lectio Magistralis del Prof. Rino Rappuoli

 


In questa selezione di Lectio Magistralis si potranno rivivere brani tratti dagli interventi del Cardinale Gianfranco Ravasi del 2013, quello del Professor Massimo Cacciari dell'anno successivo, del Teologo Enzo Bianchi nel 2015, della Presidente della Rai Monica Maggioni nel 2016 e del Professor Salvatore Settis nel 2018. Nel 2020 l'emergenza sanitaria ha impedito le celebrazioni e quest'anno torna la lectio magistralis tenuta dal Prof. Rino Rappuoli microbiologo italiano, Medaglia d'oro al merito della sanità pubblica nel 2005.

 

 

21 Luglio - 2020

BREVE STORIA DEL CONSORZIO PER LA TUTELA DEL PALIO DI SIENA

    La prima causa promossa a difesa dell’immagine delle Contrade e del Palio di…
07 Agosto - 2020

CITTÀ DEI MESTIERI

Città dei Mestieri   un progetto intercontradaiolo sui mestieri artigiani L’idea nasce dalla ricerca di…
25 Novembre - 2020

LE CONTRADE. ORIGINI ED EVOLUZIONE STORICA

    EPOCA MEDIOEVALE Il termine “contrada” appare nelle fonti senesi fin dal XIII secolo…
26 Novembre - 2020

ICONOGRAFIA DEI DRAPPELLONI

A CURA DI LAURA BONELLI Le Contrade di Siena custodiscono gelosamente, all’interno delle proprie sedi…
  • landolfi
  • sermini
  • frajese
  • montale
  • luzi
  • ferrigni
  • alfieri
  • palazzeschi
landolfi_phone2.png

VIDEOGALLERY

attiafav

tondocittamestieri

Consorzio per la Tutela del Palio di Siena

INTESTA

Via di Città, 36 -  Siena - Italy
Tel. +39 0577 43875 - info@ctps.it

Cookie Policy Privacy Policy

CREDITS